Si è concluso il 18 giugno 2012 il Corso di Tecnico Superiore del Design, svoltosi nella sede di Boves, che ha visto qualificarsi 18 nuovi allievi. A loro vanno i complimenti dei docenti e delle Scuole San Carlo.

Ecco il video dei due giorni di esame (19-20 giugno 2012).

 Per la sede di Boves e Cuneo si è concretizzato l’inserimento di un modulo specifico sul Design Contemporaneo tenuto dal dott. Vincenzo Basile, consulente in Design Management e membro dell’ADI (Associazione Design Italiano). 

 La collaborazione si è concretizzata nella realizzazione di moduli ad hoc rivolti ai ragazzini del percorso di OPERATORE DI FALEGNAMERIA e ai ragazzi iscritti al corso di specializzazione TECNICO SUPERIORE DEL DESIGN PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DEL PRODOTTO LIGNEO. 

Nel corso degli incontri calendarizzati si svilupperanno tematiche sul Design Contemporaneo e realizzeranno due progetti dei Maestri del design italiano:  Achille Castiglioni ed Enzo Mari.  

arch. Achille Castiglioni - progettista

Enzo Mari - progettista

Due i progetti individuati dal consulente e docente presso la Scuola e rispettivamente il tavolo di servizio “Cacciavite” di A.& P.G. Castiglioni e la “Sedia n.1 – autoprogettazione” di Enzo Mari. 

Sono state previste varie fasi realizzative tra le quali: 

- studio del percorso degli autori, 

- esame ed analisi del progetto, 

- realizzazione cartacea del progetto in aula, 

- prototipazione, 

- realizzazione dei singoli componenti sia in sede sia in collaborazione con realtà. 

-  fornitori esterni terzisti in outsourcing. 

Il Consulente Dott. Vincenzo Basile ha preso contatto con i rispettivi Studi per l’acquisizione dei progetti e la verifica di fattibilità all’interno del corso ottenendone l’autorizzazione anche formale e l’interesse allo sviluppo del progetto. 

I rispettivi studi verranno tenuti informati del procedere del progetto ed agli stessi verrà in seguito fornita documentazione fotografiche della fasi di lavoro e relazione sull’avanzamento del progetto. 

Il valore di questa esperienza di approccio al mondo ed alle problematiche del Design contemporaneo vuole essere un’apertura a nuove ed inedite collaborazioni dei partecipanti con realtà e manifestazioni del progetto che caratterizzano a pieno titolo le dinamiche lavorative del settore legno-arredo. L’acquisizione da parte dei partecipanti di conoscenze in merito al Design, la conoscenza di terminologie specifiche al settore, e gli interventi esterni di approfondimento sono stati finalizzati a stimolare un interesse anche culturale nei confronti del contemporaneo che ben può essere coniugato con le abilità esecutive artigianali che attraverso i Corsi vengono trasmesse.

I Corsi prevedono interventi formativi e la visita al palzzo della Triennale a Milano, al Museo del Design ed allo Studio di uno dei progettisti individuati calendarizzati nell’ormai prossimo 2012. 

Cacciavite - tavolo di servizio 1966

Sedia n°1 – Autoprogettazione” (1973)

In occasione dell’evento bovesano Mestieri in città è stata effettuata l’esposizione dei lavori svolti dai ragazzi dei nostri corsi sia del settore legno che del settore moda.

Ecco alcuni foto dei lavori dei nostri ragazzi.

Da tempo accarezzavamo l’idea di progettare qualcosa di nostro, che facesse conoscere agli altri le Scuole Tecniche San Carlo e potesse valorizzare il lavoro di tutti noi.

L’occasione si è presentata durante lo scorso anno formativo quando il maestro di laboratorio, Andreis Aurelio, mi ha chiesto un parere circa la possibilità di brevettare un manufatto di sua invenzione, realizzato con gli allievi del corso di specializzazione “Tecnico di produzione mobili di design”.

Si tratta di un oggetto multifunzionale, progettato attorno ad un asse centrale su cui ruotano tre tavoli di diversa grandezza che si incastrano l’uno sull’altro. Una volta aperto l’oggetto si presta ad essere utilizzato come scrivania, completa di seduta e postazione per il personal computer, particolarmente adatta ai nuovi spazi abitativi sempre più ridotti.

Per il prototipo sono state utilizzate tre diverse essenze di legno, ciliegio, acero e noce, scelte per le loro caratteristiche fisiche ed estetiche. Il ciliegio è stato utilizzato per creare la seduta, in quanto legno morbido; in noce si è realizzato il tavolo più grande per conferire maestosità e prestigio al mobile; con l’acero si è costruito il tavolino intermedio, in quanto la su tinta chiara permette di armonizzare il tutto e stemperare i colori delle altre due essenze. La gamba, al cui interno è inserito il perno filettato che permette la rotazione, diventa momento di sintesi, accogliendo tutte e tre le essenze. Vernice trasparente per esaltare le tinte pastello del legno. Raccolto rimane 60×60 e può venire utilizzato sia da destri che da mancini.

L’idea è subito piaciuta e cosi ci siamo messi al lavoro.

Da dove partire?

La prima incognita era quella legata alla mobilità di richiesta di un brevetto. La nostra idea era sempre stata quella di riuscire a creare un marchio San Carlo che distinguesse tutti i lavori prodotti a scuola, in modo da renderli riconoscibili e rintracciabili sempre. Il passo successivo, quello del brevetto, poteva servirci per tutelare le nostre idee e poterle presentare sul mercato attivando collaborazioni con artigiani del settore.

A quale artigiano avrebbe potuto interessare l’uso del brevetto per produrre e commercializzare nuovi modelli, permettendo alla scuola di divenire nel tempo protagonista del mondo produttivo e di acquisire importanti competenze al riguardo.

Così ci siamo recati presso la Camera di Commercio di Cuneo per avere le informazioni necessarie e abbiamo cominciato a predisporre la domanda, che doveva essere corredata da progetto, fotografie e schede tecniche dell’oggetto.

Una volta consegnata la documentazione e pagata la relativa quota, il brevetto viene registrato, ha la durata di due anni, rinnovabile con un ulteriore versamento.

Ecco il video realizzato per il corso di specializzazione Tecnico superiore del design

 

Notizie dalle altre sedi

 

Capodopera

Dal 2001 Capodopera, è la rivista d'Arte e Artigianato, nata dalla collaborazione delle Scuole San Carlo con l'Unione ex Allievi e l'Antica Università dei Minusieri ed edita da Nadia Camandona Editore // Info e abbonamenti »

Leggi Capodopera N°33

Leggi l'ultimo numero pubblicato

Capodopera N°33